Gli inaspettati

Creed – No Remake, Sì Reboot

creedposter1.jpg

Regia: R. Coogler, Cast: Michael B. Jordan, Sylvester Stallone, Tessa Thompson, Tony Bellew

Fino ad oggi siamo scampati (meno male) a un tentativo di remake della saga di Balboa, che non potrebbe avvicinarsi per ovvi motivi al successo ed emozione della serie originale. Con Creed – Nato per combattere il regista Ryan Coogler ha trovato invece il giusto metodo per riportare sul grande schermo le emozioni, l’intensità e l’atmosfera di Rocky, perché in questo film si ha davvero l’impressione di essere tornati in quel mondo.

Coogler è riuscito infatti con l’idea del reboot a creare una nuova storia sempre legata al personaggio di Rocky ma con protagonista Adonis Creed (Michael B. Jordan), figlio illegittimo di Apollo.  Ci sono molti paralleli tra le due storie a partire dall’estrazione sociale, italoamericano legato da giovane alla mafia Rocky, afroamericano in cerca di risse Adonis prima di essere adottato dalla moglie di Apollo. La voglia di ripercorrere la tematica dell’atleta/uomo che cerca la rivincita partendo dal basso diventa ancora più evidente quando Adonis abbandona la sua vita ad Hollywood con la madre adottiva per vivere umilmente a Filadelfia e farsi allenare da Rocky. Questo ci permette di visitare le ambientazioni della saga originale senza mai avere l’impressione che ciò che stiamo osservando sembri buttato lì, anzi tutto ha un suo senso intrinseco mostrando come la vita è andata avanti ed appunto ora non è più Balboa al centro di tutto.

Una delle note più belle e importanti è la capacità di far provare emozioni forti come era caratteristico dei film di Rocky senza mai risultare esagerato ma genuino e veritiero a partire dagli ‘allenamenti all’antica’ a cui si sottopone Adonis fino alle problematiche personali dei protagonisti (non vi posso spiegare altro, dovete vedere questo film!). Il lato pugilistico è sicuramente apprezzabile grazie anche alla partecipazione di Tony Bellew (Conlan) attuale campione del mondo WBC di Boxe che ha portato il giusto valore di tecnica e trash talking che enfatizza il tutto.

L’interpretazione è di buon livello da parte di tutti gli attori che si mostrano credibili e adatti a vivere in un mondo creato 40 anni fa. Per quanto riguarda Stallone è fantastico, una prestazione paragonabile a quella del primo Rocky, piena di emozione, trasmette empatia in ogni momento del film ed è davvero coinvolgente.

Durante il film nella mia testa continuava ad esserci un pensiero che ho da molto: non capisco il motivo di voler produrre remake che non potranno mai avere lo stesso successo dei film originali (a parte il voler far soldi facili con prodotti scadenti) quando è possibile come in questo caso creare nuove storie seppur ambientate nello stesso ‘mondo’.
Spero che questo trend continui grazie a reboot di qualità che ci fanno rivivere vecchie e nuove emozioni e non remake che ci fanno solo pensare ‘era meglio l’originale’.

Più Reboot, meno remake!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...