Senza categoria

The Hoarder: Guadagnare 84′ di vita

Questa non è una recensione, è un avvertimento!


Era la notte di Halloween e come ogni anno cercavo un bell’horror da gustarmi in compagnia. Avendone visti a centinaia ho deciso di abbandonare i soliti capolavori e buttarmi su qualcosa di meno famoso, visto che ultimamente mi sono molto divertito con film semisconosciuti low budget (ad esempio Paranormal Xperience, che non ha nulla a che fare con i Paranormal Activity). Ho trovato per caso The Hoarder e non lo avessi mai fatto… La prima cosa che ho pensato appena finito di aver visto questo film è stata “ho buttato via 84 minuti della mia vita”. Dopo essermi disperato un po’, la seconda cosa che mi è saltata in mente è stata quella di cercare di avvertire più persone possibili per evitare che altri possano imbattersi in questa tortura medievale sotto forma di “film”.

La trama è questa: la protagonista, con un’amica, decide di indagare sul fidanzato sospettando un tradimento, vanno così a cercare indizi in un deposito dove lui ha un magazzino segreto, lì vengono attaccate assieme ad altri da un mostro che poi si saprà essere stato creato dal propietario del deposito. Il problema del film oltre al non divertire e intrattenere, è il venire raccontato esattamente come ve lo ho riassunto in poche righe, dopo nemmeno qualche minuto si trovano già in pericolo, zero narrazione e suspense. Si sa, in un horror alla fine ciò che fa la differenza è l’atmosfera e il tenere alta la tensione, possibilmente con qualche splatterata che non guasta mai, tutte cose che non esistono in questo obbrobrio.

Voglio chiarire che questo non è un B-Movie ma un film inguardabile, fatto con un buon budget e attori passabili che però devono rappresentare personaggi sempre troppo sopra le righe ed inevitabilmente cadono nel ridicolo; come la coppia divorziata e il poliziotto. Ah sì, c’è Mischa Barton (esiste ancora) che non aggiunge assolutamente nulla di suo ma per il film basta e avanza.

Io vi ho avvertito e mi sento in pace con me stesso, se decidete per non so quale strano e contorto motivo di vederlo non lamentatevi poi se la difficoltà più grande che vedrete affrontare dai protagonisti nel film è un interruttore della luce a tempo.

Annunci

2 thoughts on “The Hoarder: Guadagnare 84′ di vita

  1. Cerco sempre sotto la voce “horror” qualche film che mi faccia dire “ca… questo si che è figo” e cosi tento, provo e guardo. Cosa dire di THE HOARDER? dunque…l’unica suspance è questo interruttore a tempo, avendone uno anche io in garage capisco quella sensazione del buio e rumore dei tubi che mi circondano, per il resto mi sono annoiata alla grande; un proprietario che corre come un elefante con le scarpette da ballo che si diverte a uccidere e cucire le bocche dei suoi clienti senza un perchè…e poi il finale…non farla cosi scema la protagonista (già ha perso punti quando, inseguita dallo psicopatico e dal mostro trova il tempo per pensare ai ricordi legati al ragazzo), insomma questa scappa, riesce ad uscire da una grata e che fa?? rimette la mano per recuperare l’agenda…facendosi acchiappare e cucire…ma daiiii…

    Liked by 1 persona

    • Certo che se si vuole fare un horror decente almeno il motivo per cui fa tutto questo il proprietario sarebbe dovuto essere spiegato, ma forse è quasi meglio che abbiano fatto finire il film e basta, almeno qualche minuto in meno di agonia noi ce lo siamo risparmiato!

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...