Gli intoccabili

Una Fiaba con Bruce Lee

Leggenda, Maestro, Attore, Icona. 

Tutti questi aggettivi appartengono a Bruce Lee, ma io fin da piccolo l’ho sempre considerato come un amico, una persona della quale ho visto tutti i film ed ogni volta che ero ammalato, annoiato o triste potevo prendere uno dei suoi DVD o VHS e vederlo combattere contro i nemici più forti e perfidi trionfando da vero eroe. Ogni suo calcio, pugno, sguardo minaccioso e urlo alla Bruce mi facevano gasare come non mai.

Pochi giorni fa mentre guardavo la TV ho visto che la sera ci sarebbe stato Dalla Cina con Furore, nonostante abbia visto più e più volte questo film (e tutti gli altri) non vedevo l’ora che iniziasse per poter rivivere quelle emozioni che solo i film che ti accompagnano dall’infanzia possono darti. Subito alla prima scena sono immerso in quella atmosfera orientale. Soprattutto in questo film emerge come Bruce abbia sempre voluto differenziare il suo personaggio dagli altri eroi di quel tempo, lui agisce nel giusto a tutti i costi, di impulso, spesso sbagliando ma solo per una buona causa: una caratteristica che, nonostante oggi sia una leggenda quasi inafferrabile, lo ha avvicinato a tutti e fatto amare da milioni di persone.

Le altre cose che col tempo ho potuto apprezzare sempre di più di questo genere sono le musiche e i suoni che accompagnano tutto il film, amalgamandosi perfettamente con la teatralità dei gesti e movimenti di ogni attore che enfatizzano pensieri ed emozioni mettendo così in risalto la grande influenza del teatro orientale in questi film che hanno un sapore simile al vivere uno spettacolo dal vivo. A conferma di ciò sempre in Dalla Cina con Furore l’elemento teatrale è evidenziato anche dalla parte commediale del film con i vari travestimenti di Chen (Bruce Lee) e alcune parti comiche nei combattimenti tra le due palestre. Tutto questo sembra narrare le gesta di Bruce ed elevarlo da attore a mito già allora, forse è proprio per questo che vedo le sue ‘opere’ quasi come fiabe orientali.

Uno dei dettagli più famosi di questi film sono le inquadrature che vanno a stringere sugli occhi dei combattenti, quell’ardore, l’occhio del drago, che si può sentire dentro quando dopo innumerevoli scorrettezze e ingiustizie subite vedi lo sguardo di Bruce riempirsi di rabbia, pronto ad esplodere contro il nemico o nemici di turno come un cavaliere medievale in cerca di giustizia (che poi il cattivo sia un asiatico quarantenne coi baffi o un campione arrivato dall’Occidente poco importa). Riguardare Bruce Lee oggi è vedere in ogni momento del film una leggenda della quale non perdersi nemmeno uno sguardo, movimento o una parola, indipendente se stia lottando coi nunchaku in palestra o abbuffandosi di zuppe di ogni tipo prima di combattere nel colosseo contro Chuck Norris.

L’urlo di Chen colposce anche l’occidente (Bruce Lee e Chuck Norris nel combattimento finale)

Anche grazie a tutto questo Tarantino è diventato il mio regista preferito, cosa c’entra? Beh quelle sonorità caratteristiche, inquadrature e teatralità mi hanno influenzato fino ad oggi. Infatti anni fa dopo aver scoperto il regista quasi per caso vedendo la scena degli 88 folli subito decisi di guardare Kill Bill e rimasi colpito dai suoni, dalle inquadrature che si soffermavano sugli sguardi e dalla tuta della sposa (Uma Thurman), un grande omaggio a quei film e a Bruce Lee.

Consiglio davvero a tutti di vedere almeno uno dei suoi film per capire cosa vuol dire portare arti marziali e teatro nel cinema internazionale degli anni ’60 – ’70 quando i cinesi venivano parogonati ai cani (nel film lo si può chiaramente vedere) e diventare così una icona del proprio popolo, e non solo, cambiando così in qualche modo la storia di quegli anni.

Grazie per tutto Bruce, per me sarai sempre come un compagno che mi ha fatto crescere e divertire da matti!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...